Taglio della “vassilopita” 2011

Venerdì  21 Gennaio 2011, la Comunità Ellenica dello Stretto, guidata per il secondo anno consecutivo dal Presidente dott. Carmelo Micalizzi ha rinnovato il tradizionale rito del taglio beneaugurate della “vassilopita”.  Alla cerimonia hanno preso parte numerosi soci ed amici filelleni. Tra gli altri, erano presenti: il parroco ortodosso  di Messina, archimandrita Alessio l’On. Giovanni ardizzone il Presidente della Federazione delle Comunità e Confraternite Elleniche in Italia, Nikos Barkas Particolarmente gradita è stata la partecipazione della dott. ssa Anastasia Lazaridou vicedirettrice del Museo Cristiano e Bizantino di Atene, invitata dal comitato organizzatore della mostra “Le icone della chiesa di S. Nicola dei Greci di Messina”, che si svolgerà nel primo semestre del 2012 a Palermo e a Messina.

Durante la serata sono state degustate alcune specialità della cucina greca, ascoltando musica tradizionale.

Annunci

3 Responses to Taglio della “vassilopita” 2011

  1. Manlio Schettini ha detto:

    Nel suo grandioso affresco storico del Mediterraneo nel XVI secolo lo storico francese Fernand Braudel divide le zone geografiche dello stesso per linee orizzontali. In tal modo tutta la parte meridionale d’Italia, dalla Puglia alla Calabria e la parte orientale della Sicilia finiscono per far parte di un’unica entità gegrafico-culturale con il Peloponneso, la Grecia occidentale, l’Albania, l’Epiro.
    Restituiamo a questa realtà geografica la sua identità culturale.

  2. Olga Nassis ha detto:

    Felice di condividere la passione per uno degli studi più significativi della storiografia del XX secolo e continuando a citare Braudel “essere stati è una condizione per essere”.

  3. Manlio Schettini ha detto:

    E’ tempo di affrontare la complessa questione storico-psicologica per cui l’Occidente Latino-Cattolico-Borghese ha deliberatamente rimosso dai manuali di storia e dalle coscienze un millennio di storia cristiana , Imperiale,europea. Sui libri di storia della civile Europa occidentale non è fatta menzione degli splendori dell’unico vero Impero Cristiano della storia. Non se ne parla a proposito della diffusione del Cristianesimo alle popolazioni slave e russe nè in occasione delle invasioni arabe che da Bisanzio furono fermate in oriente, mentre gli stessi dilagarono con una certa facilità verso occidente fino a raggiungere Poitiers (Parigi !). L’Occidente ha rimosso tutto, quasi che la storia fosse un prodotto delle idee e della propaganda politica del momento non un fedele ed analitico resoconto di ciò che veramente è stato.
    Svegliamoci!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: